Torrebelvicino

Sito della parrocchia

 

SAN LORENZO (10 agosto) 

S. Lorenzo Martire (10 agosto)
er fine sec. XII – sm 260 – km 29 – vc Schio – ab. 4.140 (di cui non catt. 170) – fm 1.500
Indirizzo: Via XXV Luglio 37 – 36036 Torrebelvicino (VI) – tf e fax 0445 660146
e-mail: torrebelvicino@parrocchia.vicenza.it
SCUOLA PARROCCHIALE DELL’INFANZIA, V. Manzoni, 4; tf 0445 660133.
 
 
CENNI STORICI – Il toponimo di questa comunità, ora sede comunale, richiama l’idea di una fortificazione romana sorta all’ingresso dell’alta vallata, e in seguito ripristinata dai Longobardi. La chiesa era già parrocchiale nel XIII secol infatti le Rationes decimarum ricordano un presbyter Guillelmus (1297) e un Presbyter Johannes (1303) della Chiesa collegiata di San Lorenzo di Torre. Come per le altre comunità del territorio, la pieve era quella di Santa Maria di Pievebelvicino, ma la giurisdizione su tutte queste spettava, per antico diritto, alla badessa di San Pietro in Vicenza.
 

I discendenti dei primi abitanti di questa parrocchia furono di tradizione romana, e quindi italiana. Si possono tuttavia registrare, nell’alto medioevo, elementi di origine germanica, ma limitatamente alle aree limitrofe di Pieve ed Enna. Stupisce, pertanto, trovare nell’elenco dei parroci turritani, dal 1457, un sacerdote di origine germanica, citato con il nome di Johannes de Alemania.

La chiesa parrocchiale, dedicata a San Lorenzo, fu ricostruita verso la fine del secolo XV e consacrata il 14 ottobre 1505 da Donato da Torre vescovo di Veglia. Un ampliamento e una ristrutturazione, in stile vagamente neoclassico, vennero effettuata nel secolo scorso. La riconsacrazione ebbe luogo il 9 settembre 1905. Sono invece scomparse una chiesa di Santa Cecilia, consacrata nel 1593, e poi abbandonata “per esser stata profanata dai militari)’ (Visita Farina 1871), un oratorio di San Rocca, fino a questa data, “officiato nell’annua ricorrenza del santo”. L’evoluzione demografica della parrocchia registra 1718 abitanti nell’anno 1557, scesi poi a quota 1257 nel 1821, risaliti successivamente a 1530 (1871) e raddoppiati nel 1935 (3150) fino ai 3.500 attuali.

EDIFICI DI CULTO
Chiesa parrocchiale: ricostruita nel secolo scorso (+ 9 settembre 1905).

Altre chiese:
San Francesco d’Assisi, costruita nel secolo scorso, in contrada Collareda.

STRUTTURE PASTORALI
Casa della Gioventù, con 20 locali – Cinema “Arcobaleno” (475) – Campo sportivo con Palestra – Scuola Materna.

INTERVENTI STRUTTURALI E RESTAURI
1993: Furono eseguiti interventi radicali all’interno della chiesa per la posa dell’impianto
1995: di riscaldamento e successivamente di un nuovo pavimento.
Fu ristrutturata la cella campanaria con il relativo castello di sostegno delle campane. Furono ricollocate in sedi più opportune il battistero, l’organo, le statue dei Santi Antonio e Luigi, le sedi confessionali.
Nuova tinteggiatura interna alla chiesa con valorizzazione degli elementi architettonici decorativi.
Nuovi banchi per la cappella invernale e nuove porte per la chiesa. Sistemazione del presbiterio secondo le vigenti disposizioni liturgiche (tabernacolo, altare, ambone, ecc.).
Restauro e protezione di due quadri del De Mio nel presbiterio.

NOTA BIBLIOGRAFICA
ANONIMO, il restauro della chiesa, in “Tra noi”, n. 13 – ottobre 1994
A. CAROLLO, Torrebelvicino, Pievebelvicino, Enna: storie di campane, Comune di Torrebelvicino 1992
G. MANTESE, L’argento colava a Torrebelvicino, ‘Vicenza” VIII (1966), n. 6, pp. 19-21
G. MANTESE, Ai ferri corti tra Enna e Torrebelvicino per lo sfruttamento delle cave del caolino, “Vicenza” XII (1970), n. 2, pp. 22-23
G. MANTESE, Nuovi documenti sulla discendenza del cartaro Antonio da Torrebelvicino e sullo stampatore Enrico da Santorso, ‘Maggio a Santorso 1976”, Seghe di Velo, Grafiche Rossi 1976, pp. 52-57
G. MANTESE, La comunità di Torrebelvicino e la sua autonomia giurisdizionale nel XIV secolo, “La Voce dei Berici” (XXXVII, n. 49), 20 dicembre 1981
G. MANTESE, Attività economiche e vita religiosa a Torrebelvicino nei secoli XV-XVI, in io, Scritti scelti di storia vicentina, cit., Il, Vicenza 1982, pp. 349-351
G. MANTESE, Un documento importante per la storia di Torrebelvicin la cessione della parte migliore del Tretto fa placare la rabbia del nobile Marcabruno, “La Voce dei Berici” (a. XXVIII, n. 2), 10 gennaio 1982
G. MANTESE, Tretto, Torrebelvicino e Valli del Pasubi tre antichi statuti inediti del Val Leogra, “La Voce dei Berici” (a. XLIII, n. 42), 1 novembre 1987
L. PUTTIN, Giovanni Leonardo Longo prototipografo di Torrebelvicino, in Aa.Vv., Nel 500° anniversario della stampa a Torrebelvicino (1478-1978), Torrebelvicino 1980, pp. 45-60
T. SARTORE (a cura di -), Saggio di Bibliografia ragionata su Torrebelvicino e il suo territorio, in Aa.Vv., Nel 500° anniversario…, cit., pp. 5-44
Periodici: “Tra noi” (bollettino parrocchiale).